Guinness Chocolate Cake

Happy St. Patrick’s Day miei cari!

Come festeggiare al meglio questa ricorrenza irlandese, se non con una bella torta? Ma mica una torta qualsiasi eh! Mentre a Dublino in questo momento scorrono fiumi di Guinness nei boccali, noi la Guinness la mettiamo nell’impasto di una torta talmente cioccolatosa da essere quasi porno.

La Guinness Chocolate Cake non è una novità, ma di sicuro la versione originale non è fuorisede-friendly. Allora ieri sera, dopo un lungo pellegrinaggio tra 4 supermercati diversi per riuscire a trovare questa benedetta Guinness (perchè ovviamente io mi sono accorta ieri alle otto di sera che oggi sarebbe stato San Patrizio, giusto per dirvi come sto messa), mi sono messa a sperimentare come un piccolo chimico il modo per rendere la ricetta super easy-peasy.

…E RICETTA FU!

Ma ecco un breve elenco del perchè oggi DOVETE FARE la mia Guinnes Chocolate Cake:

  1. Le dosi si fanno solo con un bicchiere. Sì, proprio un bicchiere normalissimo, di quelli che avete in cucina, di quelli della Nutella, di quelli in cui bevete l’acqua. Insomma, un bicchiere, NIENTE BILANCIA.
  2. Mescolate tutto in una ciotola (pigri, ringraziatemi perchè avrete solo una ciotola da lavare) SENZA LO SBATTITORE.
  3. ‘Sta torta è buona. Ma buona buona. Di quelle che se volete fare colpo su qualcuno (soprattutto se è alcolizzato), taaak, la tirate fuori dal forno e quello cade ai vostri piedi.
  4. Avete mai visto una festa senza torta e un San Patrizio senza Guinness? No? Ecco, non per dire ma oggi è la Festa di San Patrizio, quindi la Chocolate Guinness Cake è la combo perfetta.

 

 

 

Print Recipe
Chocolate Guinness Cake
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per la torta
Per la crema
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per la torta
Per la crema
Istruzioni
  1. Preriscaldate il forno a 180°C.
  2. In una ciotola spezzettate il cioccolato e fatelo fondere a microonde (1 minuto e mescolate, 45 secondi e mescolate e poi altri 45 secondi, mescolando per bene per farlo sciogliere tutto). Se non avete il microonde, fatelo sciogliere a bagnomaria.
  3. In una ciotola capiente mettete lo zucchero, il cacao ed il cioccolato fuso e mescolate per qualche istante con una cucchiaio di legno o con una frusta (non è necessario lo sbattitore).
  4. Aggiungete le uova e mescolate ancora e poi aggiungete l'olio di semi (non usate l'olio di oliva perchè il sapore è troppo intenso).
  5. Ora aggiungete la Guinness e mescolate ancora, per amalgamarla per bene.
  6. Per ultimi aggiungete la farina ed il lievito, poco alla volta, continuando a mescolare energicamente in modo che non si formino grumi.
  7. Versate l'impasto in una teglia imburrata e infarinata (oppure rivestita di carta forno). Io ho usato uno stampo a cerniera da 16 cm di diametro (è piuttosto piccolo, ma volevo che la torta venisse bella alta). Potete usarne uno più grosso, ma verrà una torta più sottile, oppure potete usare uno stampo da plumcake.
  8. Cuocete la torta a 180°C per 45 minuti. Visto che ogni forno è diverso, tenete d'occhio la cottura, perchè potrebbe anche volerci un po' di meno. Fate la "prova stecchino": infilate uno stuzzicadenti al centro della torta e se esce asciutto vuol dire che è pronta!
Per la crema
  1. Una volta sfornata la torta, fatela raffreddare per bene. Toglietela dallo stampo solo quando sarà perfettamente fredda, o rischierete di romperla.
  2. Dedicatevi ora alla preparazione della crema: in una ciotola mettete 250 g di Philadelphia (o di mascarpone, se preferite un sapore meno acidulo), lo zucchero a velo ed il cucchiaio di Guinness. Mescolate tutto con un cucchiaio, in modo da amalgamare gli ingredienti.
  3. Ora spalmate la crema sulla sommità della torta, sempre aiutandovi con un cucchiaio. Non servirà essere precisi, anzi! Il bello è proprio ricreare l'effetto della schiuma della birra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.